PROVINCIA DI BELLUNO

LE DOLOMITI

La provincia di Belluno è una provincia italiana del Veneto; risulta al contempo la meno popolata (213.474 abitanti) e la più estesa (3.678 km2) della regione.

La provincia occupa il settore settentrionale del Veneto ed è caratterizzata da un territorio prevalentemente montano; la maggior parte dei gruppi dolomitici è compresa all’interno dei suoi confini, per cui può essere ritenuta la provincia delle Dolomiti per eccellenza. Il Piave, che la attraversa da nord a sud, è il principale corso d’acqua.

Secondo l’indagine annuale de Il Sole 24 Ore, la Provincia di Belluno si è classificata al primo posto fra le province italiane per qualità della vita nel 2009 migliorando il secondo posto del 2008, migliorando altresì la posizione del 2007 che la vedeva comunque al quarto posto.

PROVINCIA DI BELLUNO – DOLOMITI

Aree geografiche del bellunese:

Agordino, corrispondente all’alto e medio bacino del torrente Cordevole;
Alpago, corrispondente al bacino del torrente Tesa e gravitante attorno al lago di Santa Croce;
Ampezzano, comprendente il comune di Cortina d’Ampezzo;
Cadore, corrispondente alla valle del Boite (con l’eccezione di Cortina), la val d’Ansiei e l’alto bacino del Piave;
Comelico, estremo nord del Cadore, corrispondente all’alta valle del Piave e alla valle del torrente Padola;
Feltrino, territorio compreso tra il Piave e il torrente Cismon;
Valbelluna, coincidente con la valle del Piave da Castellavazzo fino a Lentiai (in sinistra Piave) e Sedico (in destra Piave);
Val di Zoldo, identificabile con la valle percorsa dal torrente Maè.

Confini

La provincia di Belluno confina a nord con l’Austria (Tirolo e Carinzia), a est con il Friuli-Venezia Giulia (province di Udine e Pordenone), a sud con la Provincia di Treviso e con la Provincia di Vicenza, a ovest con il Trentino-Alto Adige (province di Trento e Bolzano).
Ad eccezione dei settori sudoccidentale e centro-orientale, i confini amministrativi sono in larga parte coincidenti con quelli del bacino del Piave.

Orografia

Gran parte della provincia è occupata dalle Dolomiti, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, con le vette delle Tofane, delle Tre Cime di Lavaredo, del Monte Pelmo, del Monte Civetta, della Moiazza, del monte Antelao, del Cristallo, del gruppo delle Marmarole, del Sorapis, dei Cadini di Misurina, della Croda Rossa d’Ampezzo, del Sella della Marmolada e delle Pale di San Martino (queste ultime tre al confine con il Trentino). Nella parte più meridionale è presente la catena delle Prealpi bellunesi con il Col Visentin, il monte Cesen, il Monte Grappa, il Col Nudo. Nella parte meridionale della provincia si estende la Valbelluna, la valle più ampia e maggiormente abitata della provincia in cui sorge anche il capoluogo e sulla quale si stagliano le Prealpi bellunesi (Gruppo dolomitico della Schiara, Monti del Sole, Vette Feltrine, massiccio del Monte Grappa) qui si trova anche il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.
Di seguito vengono elencate le principali cime oltre i 3000 m s.l.m., limitandosi nel caso di più cime appartenenti allo stesso gruppo alla cima più elevata.

 

Fonte: Wikipedia 2013

 

PROVINCIA DI BELLUNO DOLOMITI

CALENDARIO
novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  
Regione del Veneto

Apidolomiti
APIDOLOMITI